COME CHIEDERE IL RIMBORSO IVA SU TASSA RIFIUTI.

L’ Associazione Pro Territorio e Cittadini onlus con sede a Roma via Marino Dalmonte 54, il prossimo venerdì 30 ottobre 2009,  alle ore 17,00 presso i suddetti locali ha organizzato un incontro con il consulente legale dell’Associazione – Avvocato Arnaldo Del Vecchio dello studio “Del Vecchio – Soricelli & Associati” di Roma,  nel corso del quale sarà illustrato come fare per chiedere il rimborso dell’IVA  erroneamente addebitata e riscossa sinora dalle aziende di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani. All’incontro si potrà partecipare  previa prenotazione via email all’indirizzo associazione@proterritorio.net ; info@proterritorio.net. La partecipazione è gratuita.

17 risposte a COME CHIEDERE IL RIMBORSO IVA SU TASSA RIFIUTI.

  1. cesanoinformablog scrive:

    Azione legale “collettiva” gratuita per richiedere all’AMA il rimborso dell’IVA pagata.

    L’Associazione Pro Territorio e Cittadini onlus con il suo consulente legale avv. Arnaldo Del Vecchio del foro di Roma, ha avviato un’iniziativa tesa ad offrire assistenza legale ai cittadini per la richiesta di rimborso dell’IVA pagata sulla Tarsu (tassa sui rifiuti solidi urbani) e sulla Tari (tariffa rifiuti) e la conseguente azione legale.

    Infatti la Corte Costituzionale con la sentenza nr. 238/2009 ha dichiarato inapplicabile l’IVA sia sulla TARSU (applicata a Roma sino al 2003) che sulla Tari, in quanto tributi.

    L’Associazione, ha avviato una iniziativa per tutta la città di Roma che prevede un primo momento informativo e di assistenza per la lettera di diffida/costituzione in mora all’AMA che ciascun cittadino deve inviare necessariamente per richiedere gli importi dell’IVA pagata negli ultimi 10 anni (periodo massimo), corredata dalle ricevute di pagamento e/o dalle fatture emesse, ed un secondo momento costituto da un’azione legale “collettiva” gratuita per richiedere per via giudiziaria la restituzione dell’Iva indebitamente pagata all’azienda AMA.

    L’azione legale “collettiva” avanzata dall’Associazione Pro Territorio e Cittadini consisterà in una domanda di restituzione delle somme presentata congiuntamente da più cittadini e seguita dall’avvocato Arnaldo Del Vecchio.

    I cittadini potranno inviare la richiesta all’AMA (con raccomandata), anche avvalendosi dell’assistenza dell’Associazione, fornendo contestualmente una preventiva adesione all’azione legale che partirà a gennaio 2010.

    Non essendo ancora prevista nel nostro ordinamento la c.d. “class action” la vittoria in giudizio avrà effetto solo nei confronti dei ricorrenti e non troverà estensione nei confronti di coloro che pur trovandosi nella stessa situazione non abbiano agito in giudizio.

    Per ulteriori informazioni rivolgersi all’Associazione presso la sede a Roma (Cesano), via Marino Dalmonte 54, il martedì e giovedì dalle 16 alle 19,00 e il sabato mattina dalle 10 alle 12,00 oppure scrivere via email: info@proterritorio.net

  2. sergio scrive:

    perchè mi devo rivolgere ad una associazione per chiedere il rimborso iva sui rifiuti solidi urbani ,
    quando la corte costituzionale l’ha considerata un
    illecito ? non può il singolo cittadino rivolgersi personalmente senza dover pagare altri per avere il rimborso, la tassa è personale non collettiva.

    • maurizio fiori scrive:

      sono un cittadino come te, hai ragione da vendere ma come vedi nessuno risponde nessuno ti dice dove prendere il modulo irt per fare il ricorso devi passare sempre attraverso queste associazioni e iscriverti.maurizio fiori roma

  3. Gabriele Colasanti scrive:

    Non mi soffermo sugli aspetti legali che sono di competenza dell’avvocato ma voglio precisare il ruolo dell’associazione per quanto riguarda il rimborso dell’IVA applicata su Tarsu e Tari a Roma.
    L’Associazione Pro Territorio e Cittadini vuole in primo luogo informare i cittadini della necessità di richiedere formalmente gli importi IVA pagati atteso che la sentenza della Corte Costituzionale non può incidere direttamente sulla posizione di ciascun cittadino nei confronti dell’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti (l’AMA a Roma), ed in secondo luogo vuole offrire ai cittadini la possibilità di accedere gratuitamente all’assistenza di un legale qualificato attraverso lo strumento dell’azione collettiva, da intendersi quest’ultima come una istanza congiunta presentata dai più utenti ciascuno per ottenere la restituzione di quanto versato indebitamente a titolo IVA.
    L’Associazione rimane a disposizione per ogni ulteriore chiarimento: info@proterritorio.net.
    Il Segretario Generale
    Gabriele Colasanti

  4. simone scrive:

    cortesemente io gradirei sepere se un attivita commerciale rientra nel rimborso i.v.a.

  5. cesanoinformablog scrive:

    Simone,
    in linea teorica un’attività commerciale può richiedere il rimborso dell’IVA pagata sulla tassa dei rifiuti. In pratica occorre verificare la specifica situazione (compensazioni IVA, o altro).
    Saluti.

  6. Cristina scrive:

    Buongiorno,
    vorrei sapere se nel caso di vittoria dell’azione legale collettiva il contribuente che ha fatto causa debba versare un importo all’associazione, avendo dato una preadesione
    Grazie

  7. raffaella laurenti scrive:

    Vorrei richiedere il rimborso Iva dell’ Ama, ho provato a chiamare per sapere l’indirizzo ma evitano tutti i modi di darmelo ^?!?! per caso sono venuta a sapere della vostra associazione. Vorrei sapere se posso aderire anche io ?? l’adesione è gratuita ??? e le spese legali sono gratuite ??? grazie

  8. cesanoinformablog scrive:

    MANDATO LEGALE PER IL MANCATO RIMBORSO DELL’IVA SUI RIFIUTI DELL’AMA

    L’Associazione Pro Territorio e Cittadini onlus rende noto ai residenti del comune di Roma che:

    1) l’adesione all’azione legale collettiva avverso il mancato rimborso dell’IVA addebitata dall’AMA sulle cartelle di riscossione della Ta.Ri, potrà avvenire sino al 10 aprile p.v. con le modalità indicate sul sito http://www.proterritorio.net.;

    2) quanti hanno aderito alla suddetta azione legale riceveranno comunicazione via email per sottoscrivere il mandato legale agli avvocati dello studio “DEL VECCHIO-SORICELLI & ASSOCIATI” che potrà avvenire a decorrere dal 23 aprile p.v. , presso le sedi e con le modalità che saranno indicate;

    3) l’azione legale collettiva è completamente gratuita.

  9. menegoni caterina scrive:

    Salve, il mio desiderio è sapere come si fa ad ottenere questo rimborso; Se cortesemente mi inviate i moduli.

    Distinti Saluti

  10. roberto scrive:

    desidero ricevere cortesemente un modulo di richiesta
    è possibile siamo due famiglie? grazie per la eventuale risposta
    sono fuori tempo con Voi posso farla personalmente?

  11. carmine scrive:

    Vi sarei grato se mi fate pervenire il modulo richiesta,
    c’è una scadenza; come e a chi inoltrarla?
    In ogni Comune non dovrebbe essere operante uno sportello che aiuti il cittadino per simili necessità?

  12. DE ROSA scrive:

    Buongiorno. Sono venuta a sapere della possibilità di recuperare l’iva sulla tassa rifiuti solo ora. E’ troppo tardi?
    Grazie

  13. cesanoinformablog scrive:

    CAUSA PER RIMBORSO IVA.
    PROSSIMA UDIENZA 11 LUGLIO 2011.

    L’azione legale, gratuita, promossa dall’Associazione Pro Territorio e Cittadini onlus con il patrocinio dall’Avvocato Arnaldo Del Vecchio per ottenere il rimborso dell’IVA erroneamente riscossa dall’AMA è entrata nel vivo con la prima udienza svoltasi il 14 marzo 2011, dinnanzi al giudice di Pace di Roma dott. Vincenzo BORRELLI che espletate le formalità di rito ha fissato la prossima udienza all’11 luglio 2011.

    • cesanoinformablog scrive:

      Aggiornamento sulla causa collettiva per la restituzione dell’IVA indebitamente pagata all’AMA Roma Spa

      L’Associazione Pro Territorio e Cittadini Onlus, comunica che la causa collettiva gratuita promossa contro l’AMA Roma Spa dinanzi al Giudice di Pace di Roma per la restituzione dell’IVA indebitamente pagata sulla tassa per lo smaltimento dei rifiuti sarà rimessa, nei previsti termini, innanzi alla Commissione Tributaria Provinciale di Roma in virtù dell’ordinanza del Giudice dott. Vincenzo Borrelli il quale ha dichiarato la propria incompetenza a decidere.
      Negli atti della causa e all’udienza del 14.03.2011 l’avvocato Arnaldo Del Vecchio aveva ribadito la competenza del giudice ordinario, costituendo la fattispecie un indebito oggettivo e non dovendosi risolvere alcuna questione di natura tributaria.
      Si consideri che il Giudice tributario, con riferimento ad una controversia di stessa tipologia, si era precedentemente dichiarato incompetente (sent. n. 42/2010 della Commissione Tributaria Provinciale di Asti) e che la Corte di Cassazione a Sezioni Unite con ordinanza del 28.01.2011 n. 2064 aveva ribadito la competenza del giudice ordinario in caso del tutto analogo (ricorso dinanzi al Giudice di Pace di Venezia al fine di ottenere la restituzione della somma indebitamente corrisposta a titolo di Iva in occasione del pagamento della Tariffa di Igiene Ambientale).

  14. Pompeo Guido scrive:

    Gentilmente vorrei sapere fino a che anno si può’ richiedere il rimborso IVA pagata a Ama grazie .

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: